Le tendenze bagno – parati grafiche

Nel 2018 vanno di moda le carte da parati da mettere pure nel bagno. Questo spazio smette di avere un carattere solamente utilitario, ma assume sempre più tratti artistici di grande stile. La carta da parati decorata di un bel motivo floreale o geometrico può essere una soluzione perfetta per chi cerca di ristrutturare tutto il bagno o almeno di introdurci un accento interessante.


Come cambiare il bagno con la carta da parati?

Le carte da parati possono giocare un ruolo molto importante nella ristrutturazione del bagno. Anche se in essenza sono piuttosto una decorazione, possono comunque cambiare interamente l’aspetto visivo e l’ambiente dentro al bagno. A seconda del design che scegliamo, possiamo ottenere all’interno una grande varietà di ambienti. Ormai dominano due stili: lo stile minimalista e lo stile retrò. Sul mercato troveremo vari tipi di carte da parati che riflettono i tratti estetici di questi stili. Grazie all’uso delle carte con un motivo floreale potremmo introdurre un tocco di stile retrò, mentre se scegliamo le carte monocromatiche, soprattutto grigie, di colore blu scuro, panna o persino nero, otterremo un effetto molto più moderno e perfettamente allineato allo stile minimalista. Le carte da parati hanno un vantaggio speciale. Grazie al fatto che sono completamente adatte all’ambiente di tipo bagno, dove c’è moltissima umidità, e a volte anche poca ventilazione e circolazione d’aria (ciò che dipende dalle dimensioni e dalla localizzazione della camera da bagno), possiamo introdurre a questo posto un vero tocco di ricercatezza senza doverci limitare a una semplice tinta che non offre così tante possibilità di arredamento. Di più, i motivi decorativi della nostra carta preferita possono perfino mettere in rilievo certi tratti dei mobili e sanitari che abbiamo alla stanza da bagno. Soprattutto se abbiamo un set di mobili abbastanza raffinati e chic, per esempio di legno, la carta da parati potrebbe evidenziare in un modo superefficace le qualità di questo materiale nobile e molto alla moda. Alla ricerca della carta da parati ideale per il nostro bagno dovremmo sempre prendere in considerazione le dimensioni della stanza. Per i bagni piccoli meglio non mettere le carte troppo scure, che potrebbero rimpicciolire lo spazio in modo visivo, mentre per i bagni grandi meglio non applicare le carte da parati con una grande quantità di piccoli elementi decorativi, perché altrimenti rischiamo di ottenere un effetto di una moltitudine alquanto opprimente, in grado di far deteriorare l’intero ambiente.

Il bagno contemporaneo

Le carte da parati, anche se usate per dare allo spazio un tocco di qualche stile scelto, come p.es. lo retrò, introducono in sé un’aria di grande avanzamento, grazie alle proprietà di questo materiale. Non tutte le carte erano sempre così ben adatte agli spazi esigenti come quello del bagno. Cogliamo quest’opportunità di introdurre un tocco di eleganza assieme all’avanzamento tecnologico al nostro bagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.